Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Mobilitazione contro il progetto per il termodinamico a San Quirico

  07 12 2017    |    Tematiche: Ambiente e decoro urbano Economia, attività produttive e lavoro    |    Io sono: Cittadino

Cresce la mobilitazione contro il progetto per il termodinamico a San Quirico.

Oggi un no senza sconti è arrivato dai Sindaci di Oristano Andrea Lutzu e di Palmas Arborea Andrea Pisu che hanno annunciato una forte mobilitazione e una riunione congiunta dei due consigli comunali per rappresentare alla Giunta Pigliaru l’opposizione a un progetto che nasce contro i voleri del territorio.

È stato il Sindaco di Oristano Andrea Lutzu a convocare la riunione, nella sala Giunta del Comune di Oristano, invitando anche il Comune di Palmas Arborea e il Comitato per la salute e la qualità della vita e i capigruppo di maggioranza e minoranza del Consiglio comunale (erano presenti Efisio Sanna del PD, Vincenzo Pecoraro del PDS, Patrizia Cadau del movimento Cinquestelle, Luigi Mureddu e Lorenzo Pusceddu di Forza Italia, Danilo Atzeni di Un'altra Oristano), per una valutazione della situazione dopo che la Giunta regionale ha espresso un giudizio positivo sulla compatibilità ambientale dell’impianto solare ibrido termodinamico della San Quirico Solar Power.

“Sono favorevole a qualsiasi forma di energia rinnovabile e agli interventi da cui possono derivare dei benefici per il territorio e i cittadini, ma qui si vuole passare sulla testa della gente e contro la volontà delle istituzioni che più da vicino rappresentano le comunità – ha detto il Sindaco di Oristano -. Le scelte devono essere prese con l’accordo dei cittadini e delle istituzioni. La Regione non può far finta che da questo territorio non siano arrivate forte opposizioni al progetto del termodinamico a San Quirico: i cittadini e le istituzioni sono stati chiari. Tre enti di governo del territorio (la Provincia e i comuni di Oristano e Palmas Arborea) si sono espressi contro e oggi sta passando una cosa che non ha avuto un minimo di interlocuzione democratica. Non entro nel merito della bontà del progetto, ma le volontà del territorio contano e devono essere rispettate. Il Comune di Oristano valuterà quali strade seguire, politicamente e legalmente: rimane infatti da valutare l’ipotesi di un ricorso al TAR e quella di un passaggio in Consiglio comunale per la variante urbanistica”.

“Il Consiglio comunale ha già espresso la sua contrarietà all’impianto – ha aggiunto il Sindaco di Palmas Arborea Andrea Pisu -. Occorre trovare una valida strategia per opporsi con forza e difendere i diritti di questo territorio. Valutiamo, dunque, una forte presa di posizione politica attraverso il coinvolgimento congiunto delle due assemblee civiche e l’eventualità di un ricorso al TAR”.

Per il Comitato per la salute e la qualità della vita “dai due comuni deve emergere una chiara denuncia politica contro la Regione” ha detto Antonello Garau secondo cui è indispensabile un ricorso al TAR per far fronte a un progetto che presenta troppe criticità: “Dal depauperamento del patrimonio immobiliare che sorge nei pressi dell’area dove si intende realizzare l’impianto, all’aumento dell’inquinamento da polveri sottili a causa dell’impianto a biomasse, all’aumento del traffico dovuto alla presenza di mezzi pesanti che dovranno assicurare i rifornimenti allo stabilimento”.

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014