Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Il Sindaco Tendas sul Referendum Abbanoa - La voce dei sì sarà tutelata

  20 03 2017    |    Tematiche: Elezioni    |    Io sono: Cittadino

“La voce degli 8731 cittadini che hanno partecipato alla consultazione referendaria e hanno espresso dissenso verso l’operato di Abbanoa sarà adeguatamente difesa e rappresentata. L’impegno del Comune è totale, lo è oggi, ma lo è sempre stato anche in passato. Lo dimostrano le azioni condotte anche in sede giudiziaria ”.

Lo ha detto il Sindaco di Oristano Guido Tendas, questa mattina, durante una conferenza stampa convocata per fare un’analisi del voto referendario di ieri.

Il referendum comunale sulla gestione diretta del servizio idrico non ha raggiunto il quorum. La percentuale dei votanti si è fermata al 33,02%, molto al di sotto del 50% più uno necessario perché la consultazione fosse valida.

Alla chiusura dei seggi gli oristanesi che si sono recati nelle 36 sezioni elettorali sono stati 8815. Altissima la percentuale dei sì: 99,18% per 8731 voti validi. I no si sono fermati allo 0,82%. Solo 72 oristanesi hanno votato contro la proposta referendaria.

“Sappiamo come sia andata e l’analisi è sotto gli occhi di tutti – ha detto il Sindaco -. Il quorum non è stato raggiunto, ma tanti cittadini che esprimono la loro opinione in maniera tanto forte diventano un elemento che impone delle valutazioni. E allo stesso modo le riflessioni devono essere suggerite dal fatto che la stragrande maggioranza degli oristanesi ha deciso di non andare a votare esprimendo in modo diverso la propria opinione. Non mi meraviglia il risultato, i cittadini hanno capito che si trattava di una consultazione che non avrebbe portato da nessuna parte, ma la voce di chi si è espresso a favore del quesito impone un’azione ancora più incisiva nei confronti della società che gestisce il servizio idrico”.

“Già da oggi chiederò all’Amministratore unico di Abbanoa Alessandro Ramazzotti un incontro per  dare soluzione ai troppi contenziosi aperti con i cittadini di Oristano – ha proseguito Tendas -. Solleciterò l’applicazione della rateizzazione massima ed un diverso modo di affrontare il rapporto con l’utente. La voce di tutti i cittadini merita di essere ascoltata. Sarà così per quella di tutti quelli che si sono espressi a favore del quesito referendario, ma non era necessario chiamarli a esprimersi per un referendum il cui costo peserà sulle casse del Comune e su quelle di tutti gli oristanesi. Era chiaro da subito che non è il referendum comunale il sistema per cambiare una legge dello Stato. Oggi la gestione dell’acqua non può più essere fatta direttamente da un Comune. Quelli che lo stanno facendo nel 2020 dovranno comunque cessare questa . La legge prevede che a gestire l’acqua pubblica debba essere una società in house della Regione o una società vincitrice di una gara d’appalto europea”.

Infine, un ringraziamento per la macchina organizzativa comunale: “Hanno svolto un lavoro egregio. Per la prima volta la struttura comunale ha affrontato una consultazione referendaria esclusivamente comunale e lo ha fatto nel migliore dei modi, con grande professionalità”. 

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014