Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Salvamento a mare - A Torre Grande tre postazioni dal 3 luglio al 31 agosto

  29 06 2016    |    Tematiche: Protezione civile Turismo Vita di città    |    Io sono: Cittadino

Al via, domenica, a Torre Grande, il servizio di salvamento a mare.

Lo garantisce il Comune di Oristano attraverso l’associazione di volontariato Cagliari Onlus.

Fino al 31 agosto, tutti i giorni dalle 9 alle 19, nelle tre postazioni allestite in spiaggia (una sul lato destro della torre, una sul lato sinistro e una all’altezza del primo pontile) il servizio sarà assicurato da 6 assistenti bagnanti.

Il Comune metterà a diposizione parte delle attrezzature necessarie: pattini, torrette di avvistamento, gazebi, sedie, cassette per il pronto soccorso, bombole di ossigeno e cannule per la rianimazione. L’Associazione Cagliari onlus fornirà le altre attrezzature necessarie al servizio tra le quali le radio VHF per le comunicazioni urgenti.

“Il salvamento a mare è un servizio essenziale – osservano il Sindaco Guido Tendas e l’Assessore all’Ambiente Efisio Sanna -. Quando si parla di vite umane le istituzioni hanno il dovere di non trascurare niente. Il Comune di Oristano ne è tanto consapevole che finanzia il servizio con 36 mila Euro del suo bilancio”.

Il tema del salvamento a mare è stato uno dei punti centrali della tavola rotonda tra i comuni sardi bandiera blu 2016 che si è svolta a Torre Grande nei giorni scorsi: “L’Assessore regionale all’Ambiente Donatella Scano ha assicurato l’impegno della Regione per sostenere lo sforzo dei comuni che da soli non riescono a far fronte a tutte le necessità – aggiunge Sanna -. Ricordando che il servizio è uno dei requisiti essenziali per ottenere la bandiera blu, il Comune di Oristano parte con le risorse del suo bilancio, confidando però nell’indispensabile contributo della Regione”.

“Fortunatamente – conclude l’Assessore Sanna - alcune strutture balneari private presenti a Torre Grande offrono la loro collaborazione per garantire un servizio ancora più efficiente e una copertura maggiore dello specchio di mare. Il sacrificio di Vincenzo Curtale, che un anno fa a San Giovanni morì salvando due bagnanti in difficoltà, deve servire per spronare tutti, a iniziare dalle istituzioni, a fare sempre di più per garantire il massimo livello di sicurezza lungo le spiagge”. 

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014