Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Convegno DAL TRAUMA ALLA RESILIENZA

 16 06 2015    |     Evento dal 16 06 2015  al 16 06 2015

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino

Convegno “Dal trauma alla resilienza”

16 Giugno ore 19 Teatro San Martino

 

Il ciclo estivo degli appuntamenti della rassegna Leggendo Ancora insieme si apre con un evento d'eccezione che vede la speciale partecipazione dello scienziato Graziano Pinna, Professore Associato dell’University of Illinois di Chicago.

La conferenza – dibattito “Dal trauma alla resilienza”, in programma martedì 16 giugno alle ore 19 presso il Teatro San Martino di Oristano, sarà un'occasione per affrontare a livello divulgativo un tema dal taglio scientifico insieme a Piergiorgio Salis, Direttore del Servizio Psichiatrico Ospedaliero dell'Ospedale San Martino Oristano.

Resilienza, ovvero, la capacità di fronteggiare i traumi e le difficoltà che la vita presenta, riorganizzando in modo diverso la propria esperienza. Sviluppare questa capacità significa, usando la metafora del neuroscienziato Boris Cyrulnik, imparare l'arte di navigare sui torrenti: è naturale che un trauma sconvolga l'individuo e lo trascini, come la corrente, in un direzione che non avrebbe altrimenti seguito, ma non  per questo bisogna lasciarsi abbandonare nei gorghi verso le cascate. La resilienza è quella capacità che invece permette di trovare al proprio interno le energie e risorse che aiuteranno l'individuo a scorgere, tra quei flutti, anche le “mani tese”, ovvero risorse esterne necessarie per superare il trauma, siano essi un legame affettivo o un' istituzione sociale e culturale

A condurre il dibattito sarà Anna Maria Capraro, dell'Associazione pARTIcORali. Durante la serata interverrà anche il sindaco di Oristano Guido Tendas

Gli eventi di Leggendo ancora insieme sono patrocinati dalla Regione Sardegna e dal Comune di Oristano e sono organizzati, sotto la direzione artistica di Marina Casta, in collaborazione con Heuristic, Libreria Mondadori, U.N.L.A. Centro Servizi Culturali di Oristano, pARTIcORali e DriMcafè.

Graziano Pinna 
Graziano Pinna è uno scienziato oristanese di fama internazionale per le sue ricerche sull’ansia, depressione e sindrome da stress post-traumatico (PTSD). Vive a Chicago da 14 anni con doppia cittadinanza italiana e americana, è un Professore Associato nel Dipartimento di Psichiatria dell’University of Illinois at Chicago e dal dicembre 2014, un “Visiting Associate Professor” al Dipartimento di Farmacologia della Universidade Federal de São Paulo, São Paulo, Brasile.
Diplomato al Liceo Scientifico Mariano IV di Oristano, ha intrapreso la carriera universitaria in Scienze Biologiche all’Università degli Studi di Cagliari ed ha iniziato a 21 anni l’attività di ricerca nel Dipartimento di Scienze Biologiche, Centro di Eccellenza in Neuroscienze.
Dopo la laurea a Cagliari nel 1993, Pinna si trasferisce a Berlino per lavorare come ricercatore nell’industria farmaceutica Schering AG.
A 25 anni in seguito alla scoperta di una strategia terapeutica per eliminare la sindrome da dipendenza causata dai farmaci ansiolitici quali Valium e Xanax diventa ricercatore nel Dipartimento di Medicina Nucleare della Freie Universität di Berlino.
Durante questo periodo sviluppa metodi per la misurazione degli ormoni tiroidei che lo porteranno a scoprire ben 7 ormoni tiroidei nel cervello umano. I suoi studi sugli effetti degli ormoni tiroidei nel cervello e nella regolazione del comportamento affettivo lo porteranno a delucidare il loro ruolo nel meccanismo d’azione dei farmaci antidepressivi, nei meccanismi legati all’abuso di alcol e oppioidi e il loro ruolo fisiologico nel metabolismo energetico. Queste ricerche hanno influenzato numerosi altri campi dall’endocrinologia alla neurologia e suscitato l’interesse di numerosi laboratori in diversi continenti che hanno utilizzato i metodi di misurazione sviluppati da Pinna.
Durante un periodo di ricerca come "visiting scholar" a Chicago supportato dall’Universitàdi Berlino e dalla Human Science Frontiers Organization, Prof. Pinna è il primo scienziato a scoprire il ruolo fisiologico di un ormone prodotto nel cervello umano e importante per regolare il comportamento affettivo e dell’umore nonché importante per il corretto funzionamento del recettore che nel cervello media l’azione farmacologica dei farmaci ansiolitici. Questa scoperta gli valse l’invito dal famoso scienziato sardo, Erminio Costa (trapiantato in America dagli anni ‘40 e considerato uno dei padri delle moderne neuroscienze e farmacologia) a diventare a 32 anni Professore Associato alla University of Illinois at Chicago dove si trasferisce nel 2001.
Il periodo di ricerca trascorso a Chicago, prima in collaborazione con Costa e in seguito indipendentemente come direttore del suo gruppo di ricerca, è segnato da altri ragguardevoli traguardi scientifici clinici e preclinici.
Pinna è anche conosciuto per aver contribuito alla scoperta di un nuovo meccanismo d’azione dei farmaci tra i più usati al mondo come il Prozac. La scoperta di questo meccanismo d’azione sta avendo importanti ripercussioni nell’uso clinico del Prozac e di farmaci congeneri nonché alla scoperta e sviluppo di molecole più selettive ed efficaci per il trattamento dell’ansia, sindrome da stress post-traumatico, sindrome premestruale, depressione post-partum, epilessia e depressione.
Le ricerche di Graziano Pinna sono state pubblicate in circa 70 articoli, in prestigiose riviste scientifiche e sono state presentate ad un centinaio di conferenze fra cui il “Neuroscience Meeting” negli USA, “ACNP meeting” nelle Hawaii e conferenze sparse in tutto il mondo fra cui la Cina, l’India, il Brasile e l’Europa.
Pinna fa anche parte della redazione di numerose riviste scientifiche e inoltre lavora come commentatore, critico e partecipa attivamente anche nel processo di accettazione e pubblicazione di manoscritti per dozzine di riviste scientifiche e per la valutazione di fondi di ricerca a livello nazionale e internazionale (USA, Israele, Cina).
La sua esperienza nell’insegnamento include corsi per dottorandi in neuroscienze e specializzandi in psichiatria ed anche corsi e workshop per psichiatri negli ospedali psichiatrici nell’area metropolitana di Chicago e in diverse serie di seminari allo Psychiatric Institute di Chicago, dove lavora attualmente.
Pinna ha offerto la sua esperienza nel campo della neuroendocrinologia lavorando come consulente per varie Università dalla Columbia University (NYC) al Clarke Institute (Toronto) e Wuhan University (Cina), Università di Napoli Federico II e più’ recentemente per la Universidade Federal de São Paulo (Brasile). Nei paesi emergenti (Brasile e India), ha contribuito all’introduzione di nanotecnologie che sono state sviluppate per la prima volta nel suo laboratorio di Chicago.
Le sue ricerche sono state largamente supportate da finanziamenti nazionali e internazionali, incluso il National Institute of Health (NIH), Department of Defense (DOD) e Veteran Affairs (VA).
Pinna ha recentemente ricevuto un finanziamento dallo Stato di San Paolo (Brasile) per lo svolgimento di un progetto di ricerca in collaborazione con un gruppo di ricerca locale e la direzione da parte del Prof. Pinna di un laboratorio di ricerca nel Dipartimento di Farmacologia, Universidade Federal de São Paulo, dove si recherà come Visiting Associate Professor per tre mesi all’anno per i prossimi tre anni.
Gli studi in psichiatria e neurofarmacologia del Prof. Pinna sono stati decisivi per definire una nuova ipotesi riguardante le basi neurobiologiche della sindrome da stress post-traumatico e depressione e per scoprire nuovi target per sviluppare nuovi farmaci ansiolitici. 

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014