Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Fino a Febbraio la rassegna Letture e Visioni

 22 11 2014    |     Evento dal 22 11 2014  al 22 02 2015

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino Studente

È quasi un festival della didattica, la terza edizione di Oristano Letture/Visioni, l’originale manifestazione che si svolge a Oristano tra novembre e febbraio.

Insieme allo staff della Biblioteca Comunale gli organizzatori hanno progettato una decisa svolta didattica della manifestazione chiedendo a diversi istituti di adottare un evento, discutendolo in classe, impegnandosi nella realizzazione e partecipando attivamente alla comunicazione.

A contrasto dei colori invernali, un manifesto carico di giallo e rosso annuncia gli eventi progettati che avranno un forte legame con scuole di ogni ordine e grado. Attività che aiutano i giovani a scoprire i vantaggi della lettura, anche attraverso valori visivi, quali illustrazione, video, pittura, attività web.

“Solo attraverso il “fare” i giovani possono essere coinvolti, e la loro visione delle cose, la progettualità, le loro capacità possono crescere” spiega il Direttore Artistico Aldo Tanchis (scrittore e comunicatore, progettista di eventi culturali e membro del Comitato Scientifico del Festival della Cultura Creativa organizzato dall’ABI).

“Ci sono diverse offerte culturali in città e nell’isola, portare a Oristano uno scrittore in più non è un nostro obiettivo – aggiunge il condirettore Simone Cireddu (studioso del cinema e del video, autore del manuale “Come fare un Booktrailer a scuola”)-. Per promuovere la lettura e la crescita dei giovani occorre andare da loro e lavorare insieme a loro. Se lo fai con passione, con loro il successo è garantito, come nel caso di “Booktrailer a scuola”, laboratorio didattico che pratichiamo da anni e che comincia a diffondersi ovunque”.

Non festival, ma manifestazione con carattere di “servizio” verso la formazione di docenti e studenti, più che di esaltazione dell’individualità artistica, Oristano Letture/Visioni predilige l’attività di laboratorio ma estese al territorio, per creare un circolo virtuoso tra biblioteca, scuole, cittadinanza, associazioni.

Il programma, nonostante i finanziamenti siano stati dimezzati, è vario e ricco.

Si comincia il 22 novembre, con un divertentissimo laboratorio sonoro con bambini e famiglie: Filastrocche'n roll Con Renzo Cugis (Armeria dei Briganti) e Gianfranco Liori, che nel pomeriggio accompagneranno anche la presentazione della manifestazione. L’adozione sarà della Scuola dell’Infanzia Sa Rodia e della Primaria di Viale Diaz.

Il 27 novembre torna la scrittrice e filosofa Carola Barbero con il Laboratorio delle emozioni, nel quale una singola emozione è analizzata attraverso la lettura di un romanzo, in un avvincente percorso guidato tra letteratura, filosofia e psicologia. Un approccio originalissimo e molto coinvolgente.

Dal 26 al 28 novembre, a cura di Osvic, si terranno laboratori di ascolto e confronto interculturale Officina Griot, adottati dalle scuole secondarie Leonardo Alagon e di Via Marconi. 

Il Consultorio Familare ASL di Oristano ha adottato gli incontri Coccole in rima, con Simona Muratori, che si terranno il 3 dicembre nella Biblioteca Comunale e nella Libreria Altrestorie. Con gli studenti del Liceo Classico lavorerà Hanife Hana Teatro Jazz che il 12 dicembre proporrà un esito scenico pubblico basato sulle poesie di Edgar Lee Masters.

Estremamente innovativa è la serie degli incontri “Digitale consapevole a scuola”. “Non serve introdurre le tecnologie digitali, se non si accompagna una formazione alle potenzialità, ma anche ai rischi del digitale– secondo gli organizzatori di Oristano Letture/Visioni -. Il ritardo culturale sul digitale, anche nella formazione dei docenti, rischia di rendere più nocivo che positivo l’uso di pc e tablet fra gli studenti”.

Book trailer nelle Scuole con Simone Cireddu è il laboratorio digitale, alla quarta edizione, che fa esperire concretamente agli studenti la lettura profonda e la sua trasformazione in video. È stato adottato da alcune classi del Liceo Scientifico Mariano IV e del Liceo Statale Benedetto Croce che sarà la sede di un laboratorio sperimentale condotto dal giornalista Massimiliano Rais con la collaborazione dell’operatore Angelo Deidda, che cercherà di aiutare gli studenti a creare un servizio video su un tema preoccupante: l’abuso di alcool tra i giovani. Sarà invece la Scuola Primaria di via Bellini il 12 dicembre a partecipare al laboratorio del gruppo Six Memos di Roma per spiegare il l’approccio alla didattica, ispirato al famoso “Metodo Munari” ma aggiornato in versione digitale.

Sempre il 12 dicembre sarà inaugurata la mostra dedicata a Vanina Sechi (Oristano 1924 – Toronto 2008), adottata da Liceo Classico e Liceo Artistico. Ivo Serafino Fenu, curatore della Pinacoteca Comunale, proporrà una suggestiva retrospettiva di dipinti di questa straordinaria figura di cosmopolita, filosofa, scrittrice e pittrice. Praticamente sconosciuta a Oristano, Vanina Sechi sarà omaggiata anche con l’uscita del volume che raccoglierà i suoi interessantissimi scritti a cura della nipote Laura Sechi, libro che sarà presentato il 22 febbraio in occasione del finissage della mostra.

Il 16 e 17 gennaio tre incontri con Guia Risari, attivissima scrittrice, filosofa e formatrice per bambini, adolescenti e per adulti. Con l’adozione delle scuole secondarie Leonardo Alagon e di Via Marconi si terrà il primo incontro dedicato a Viva la differenza. Conoscere e apprezzare la varietà nel mondo, seguito il giorno dopo dalla presentazione del romanzo filosofico della Risari, Il taccuino di Simone Weil, illustrato da Pia Valentinis. Infine Come utilizzare le fiabe: leggere attentamente le istruzioni, incontro con docenti, educatori, genitori, bibliotecari, curiosi e appassionati di storie, oralità, immagini, narrativa.

Dal 23 gennaio, con la collaborazione del Centro Servizi Culturali di Oristano, si terrà il ciclo di incontri 4 pittori in cerca d’autore, a cura di Norma Trogu, pittrice e storica dell’arte e Alessandro Melis, attore. In ogni incontro sarà presentata una coppia di artisti, uno scrittore e un pittore, per mostrare come si rincorrono, all’interno delle loro strade, temi, visioni, modalità di osservazione della realtà.

“Questa edizione – osserva la direttrice della Biblioteca comunale Enrica Vidali -, è un proseguimento naturale del nostro lavoro in biblioteca, teso a suscitare l’amore per la lettura, esteso ai bambini in età prescolare sino a incontri di letture per non vedenti”.

“L’anno prossimo vogliamo stabilizzare questa formula, estendendola anche ad altre scuole e magari ad altri Comuni – conclude Aldo Tanchis -. Speriamo che la Regione capisca la finalità civica del nostro sforzo, teso a far crescere la scuola e tutto ciò che c’è intorno, e non mortifichi il nostro slancio con altri tagli”.

Il progetto è finanziato da Regione Sardegna e Comune di Oristano che collabora all’organizzazione con l’Assessorato alla Cultura, Biblioteca e Pinacoteca

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014