Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Miniere sonore - Concerto di Guillaume Hazebrouck

 23 09 2015    |     Evento dal 23 09 2015  al 23 09 2015

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino

Tutto pronto all’Hospitalis Sancti Antoni di Oristano per la prima serata di Miniere Sonore.

Mercoledì 23 settembre alle ore 20.30, il concerto per piano solo di Guillaume Hazebrouck, leader di progetti con medie e grandi formazioni come il suo Sestetto o la Frasques Orchestra. Attraverso un programma composto di pezzi originali o di riletture proporrà al pubblico oristanese un giardino sonoro il cui potere evocativo gioca un ruolo principale. Un universo lirico e poetico in cui affiorano reminiscenze di musicisti molto diversi tra loro quali Charles Koechlin, Thelonious Monk, ou Mal Waldron.

Alle 21.30 ancora musica con Nina Kibuanda e le sue Emotions Scindees. Originario di Kinshasa ma residente in Francia fin dall’adolescenza, Kibunada è un artista “in ebollizione”. Poeta slam, commediografo, regista di cortometraggi e attore teatrale, ama mettere in scena qualunque materia trasformabile in arte, ma con un punto fermo all’orizzonte: valorizzare la lingua francese. Molteplici i progetti di questo artista in movimento permanente alla continua ricerca di nuovi colori per la sua arte: per dare voce e anima alla sua ultima raccolta di poesie Emotion Scindées proporrà un concerto in duo. La sua voce sarà accompagnata dal piano di Guillaume Hazebrouck.

Chiuderà la maratona musicale Blityri, in programma a partire dalle 22.30. Si tratta di un progetto d’improvvisazione che vede avvicendarsi musicisti e artisti di diversa estrazione, nato da un’idea di Stefano Casta, musicista e direttore artistico di Miniere Sonore: relativa fusione di linguaggi differenti, sorta di babele artistica in cui si mescolano modi di pensare e praticare le arti, anche distanti, lo spettacolo è il risultato di un’indagine sulla differenza, sullo scarto che si crea quando più linguaggi apparentemente incompatibili s’incontrano o, magari, si scontrano. Una ricerca work in progress delle risorse presenti negli interstizi non codificati dei linguaggi. In questa occasione Stefano Casta, chitarrista, incontrerà in scena Enrico Sesselego, chitarrista rock diplomato al Musician Institute di Los Angeles con una lunghissima lista di collaborazioni tra le quali alcune star mondiali del rock, e Caroline Wehbe, giovane artista visiva dal carattere eclettico, già disegnatrice nel tessile per marche prestigiose e con alle spalle diverse esposizioni personali, sul palco domani in veste di liutaia con i suoi “vegetali sonori”.

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014