Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Presentazione del romanzo Rapidum

 19 02 2016    |     Evento dal 19 02 2016  al 19 02 2016

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino

Grazie alla collaborazione con la Libreria Mondadori di Oristano, venerdì 19 febbraio alle ore 18 il Museo Archeologico Antiquarium Arborense ospiterà la presentazione del nuovo romanzo di Vindice Lecis dal titolo "Rapidum. La Cohors II Sardorum ai confini dell'impero".

Il romanzo, pubblicato da Edizioni Condaghes, fa parte della rassegna culturale "Leggendo ancora insieme", giunta alla V edizione. 

Dialogheranno con l'autore il giornalista Roberto Petretto e l'archeologo Raimondo Zucca, con la partecipazione dell'Associazione Culturale Sardinia Romana.

---

Una coorte di sardi impegnata in Africa settentrionale in una missione dai tratti oscuri. Una rivolta di mauri dove operano personaggi legati a manovre di palazzo.

Il romanzo storico comincia con un intrigo inestricabile sullo sfondo dei primi anni del principato dell'imperatore Adriano. Il sardo Ursario combatte con i ribelli mauri, ma conserva un segreto inconfessabile. Per catturarlo si muovono due agenti, un karalitano e un turritano, inviati dal generale Marcio Turbone, comandante delle armate romane.

Ma la storia prosegue quando, su ordine di Adriano, un’unità militare specializzata, la Cohors II Sardorum, costruirà un forte, estremo baluardo dei confini meridionali dell’impero. Si chiamerà Rapidum. Attorno a questa fortezza nascerà un villaggio, che diventerà municipio romano. In quei luoghi vivranno le storie e le vicende dei sardi, combattenti capaci anche di difficili mediazioni, in un’Africa settentrionale sempre agitata da ribellioni. Il romanzo si muove tra azione e avventura, ma è immerso in una cornice di riferimenti storici accurati dai quali emerge anche la situazione della Sardegna dove operano proconsoli, militari, agenti frumentarii, magistrati, soldati e schiavi. Un’isola, attraversata da strade che collegano importati città, in perenne equilibrio tra costante resistenziale e integrazione in un impero che la sfrutta per la produzione di grano e di metalli, e la utilizza come terra d’esilio.

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014