Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Usi civici - L'Argea accoglie il ricorso del Comune, via libera al Piano di sclassificazione

  06 06 2017    |    Tematiche: Casa e urbanistica    |    Io sono: Cittadino

Il piano di sclassificazione del Comune di Oristano per le terre gravate da usi civici approvato e inviato alla Regione può essere istruito regolarmente dall’ARGEA, l’Agenzia regionale per il sostegno all’agricoltura.

L’ARGEA, infatti, ha accolto il ricorso gerarchico del Comune di Oristano presentato nel 2015 contro la determina con cui l’agenzia regionale aveva ritenuto che il Piano comunale di sclassificazione fosse stato presentato fuori dai termini previsti dalle norme.

Il primo Piano comunale di sclassificazione, che riguardava gli usi civici per numerose aree di Torre Grande e Silì, era stato approvato nel 2008 ed era stato respinto dall’agenzia Argea con un determina del 2015 contro la quale il Comune aveva prontamente presentato ricorso gerarchico.

Oggi la risposta di ARGEA che accoglie le tesi del Comune.  L’ente avrebbe potuto adottare già dal 2006 il Piano di Sclassificazione, ma ha atteso due anni prima di completare il percorso deliberativo di approvazione del Piano. Nonostante il ritardo, in un primo momento considerato ostativo alla conclusione del procedimento di sclassificazione, l’ARGEA ha accolto la tesi del Comune delineata dall’assessore Uda durante l’ultimo consiglio comunale rimettendo agli uffici istruttori il Piano proposto per una valutazione nel merito. Ciò permetterà di rimuovere i vincoli di uso civico per un’estensione complessiva prossima ai 5 ettari insistenti principalmente sui terreni di Torre Grande e Sili. Nella frazione di Torre Grande sono interessati 141 lotti di cui 31 ricadenti nei Piani di Zona, mentre a Sili risultano interessati 77 lotti di cui 63 ricadenti nei Piani di Zona.

Complessivamente beneficeranno degli effetti del piano oltre 200 famiglie e l’ente potrà così concludere i procedimenti di valorizzazione del proprio patrimonio permettendo la trasformazione del diritto di superficie in proprietà per i Piani di Zona.

Da questo momento gli ufficio dell’Argea provvederanno a completare l’istruttoria relativa alla sclassificazione delle aree gravate da usi civici e avviati dallo stesso Comune con le delibere adottate dal Consiglio comunale. In questo modo il Comune può evitare di avviare la procedura di trasferimento degli usi civici su altri terreni comunali, così come era stato ipotizzato nel caso in cui il ricorso non fosse andato a buon fine.

Nel 2013 il Consiglio aveva approvato il secondo Piano di sclassificazione, ritenendo fondamentale dare risposte ai cittadini interessati, ma lo stesso piano non era stato esaminato in quanto la legge che lo aveva previsto era stata nel frattempo dichiarata incostituzionale.

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Accessibilità  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014